Per i Matrioska é l’ora de Il Bootleg

• A febbraio uscirà il vostro ultimo lavoro discografico, “Il Bootleg”, che disco sarà?

Partiamo col dire che un disco non sarà.
Il nome di per sé suggerisce qualcosa, ovvero un contenuto differente rispetto a qualsiasi album uscito prima.
Momenti reali, suonati, condivisi col pubblico…e rarità, qualche registrazione autentica di “allora”, prima che le canzoni diventassero qualcosa che la gente ora canta a “più non posso” ai concerti.
Piccoli frammenti sonori, rimasti svariati anni nei nostri telefoni cellulari sotto forma di “nota audio” o in qualche cartella di qualche hard disk mai più collegato..
Qualche chicca, versioni particolari di canzoni già edite, etc.. Questo è Il Bootleg dei Matrioska, un oggetto apparentemente minimal, con all’interno tanto materiale.

• Nel 1996 nascono i Matrioska, come è nato il gruppo e perché questo nome?
Il gruppo si è concretizzato musicalmente, ma alla base c’erano già amicizie esistenti e la necessita di divertirsi.

Il nome è ciò che resta di un altro poco più lungo. Ai tempi esisteva questo tipo di tendenza, che suggeriva a chi creasse una band in quegli anni d’inventarsi nomi composti, vedi I Persiana Jones e le Tapparelle Maledette, etc…

• Il primo album esce ufficialmente nel 1999, cosa è cambiato da allora?
Beh, tutto. Solo il fatto di non avere la stessa età che si aveva nel 1999, implica un cambiamento.
Possiamo definirlo cambiamento di stile, d’esigenza, di finanze, di mentalità…d’ascolti.
Tutto questo influenza una band e i relativi lavori fissati nel corso degli anni.
C’è chi per questo ci addita o apprezza, di fatto noi suoniamo e scriviamo quello che ci va, senza tener troppo conto delle correnti facili, o dei circuiti super alternativi.
Siamo piuttosto popolari, raccontiamo storie per lo più realmente accadute, storie nostre, che poi diventano vostre e noi ne siamo molto felici…

• Chi sono i Matrioska sotto il palco?
Sotto? Oddio, sotto proprio non saprei…semmai davanti o dietro. 😉
Dietro, siamo persone ancora emozionate poco prima di salirci.
Consci del fatto che niente va dato per scontato e che la fiducia di chi si sposta da casa per assistere ai tuoi momenti, va guadagnata ogni volta.
Davanti, siamo attenti spettatori.
Ognuno di noi, seppur così eterogenea la matrice musicale che ci forma, è un ascoltatore e spettatore piuttosto attivo.

Ci piace assistere a concerti live, talvolta di nostri colleghi e cari amici, prendendo spunto da qualcosa che per te stesso non avresti mai considerato.

• Progetti per il futuro?

Tanto live ed altri album. Abbiamo molte idee da fissare e pare che chi ci segue noi sia intenzionato a mollarci così facilmente, perciò è un po’ la nostra missione.

Ascoltatevi questo pezzo, “Non Voglio Più”

https://m.youtube.com/watch?v=SHZMVFp4oDI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...